Mute (2018)

Duncan Jones | Netflix

Dopo un partenza col botto (mi riferisco a quella perla di Moon), Duncan Jones pare caduto in un gorgo nero fatto di film che vanno dal decente (Source Code) all'inutile, perché Mute è un film inutile.

Un amish muto si lancia alla ricerca della propria amata in una Germania del futuro un po' cyberpunk e troppo già vista.

Qualche bel panorama nulla può contro uno sviluppo delle vicende banale e prolisso fino alla morte dove il protagonista viene mortificato da una sceneggiatura che sembra procedere svogliata e annoiata, proprio come me durante la visione.

Il simpatico richiamo a Moon (le due pellicole condividono il medesimo universo) e il saluto al defunto padre Bowie sono i punti più alti di due ore tristemente vuote.

Che delusione...

POTREBBERO INTERESSARTI

Satyricon - Deep Calleth Upon Deep (2017)