Antimatter - Planetary Confinement (2005)

Irlanda, Inghilterra | Prophecy

Post di Michele Ricci.

Dopo aver trattato un album poco convincente, sento il bisogno sincero di condividere con voi uno dei dischi degli Antimatter che amo di più: "Planetary Confinement".

Scorre tanta malinconica rassegnazione nelle nove tracce che compongono questa perla dolorosa, nove intimi momenti che scorrono sulla pelle, penetrano la carne e si depositano nel cuore.

Il rock della band sa essere potente e delicato, mai banale e profondamente sentito, rendendo "Planetary Confinement" speciale, personale, unico.

Ascoltatelo adesso.


POTREBBERO INTERESSARTI

Satyricon - Deep Calleth Upon Deep (2017)