giovedì 3 agosto 2017

Paradise Lost - Lost Paradise (1990)

Inghilterra | Peaceville Records

Post di Michele Ricci.

Come mi stanno sul cazzo i Paradise Lost non riesco a esprimerlo pienamente, ma "Lost Paradise" resta comunque un discone di death doom metal con due palle quadrate.

L'esordio degli inglesotti è figlio delle sonorità mortifere del periodo, sopratutto europee, ma la costante oppressione dei riff e la lentezza asfissiante dei brani, che mai si concedono a funamboliche accelerazioni, donano all'intero disco un'atmosfera veramente riuscita.

Tra campane a morto, note trattenute e growl sepolcrali l'unico elemento melodico è rappresentato dalla chitarra solista di Gregor Mackintosh, sempre gustosa, mentre gli innesti di tastiera evocano spettri inquieti e tormentati.

"Lost Paradise" rintocca inesorabile, anche a ventisette anni di distanza.