giovedì 18 maggio 2017

Windswept - The Great Cold Steppe (2017)

Ucraina | Season of Mist

Ho scritto un post sui Drudkh qualche mese fa. Bene, i Windswept sono i Drudkh privati dell'ugola maligna di Thurios.

"The Great Cold Steppe" elimina i rallentamenti melodici e le parti folk dal sound della band ucraina e ne mantiene (quasi) interamente il riffing fluido e ossessivo, spingendo l'acceleratore su tempi di batteria sostenuti e circolari.

La monotonia voluta e la ripetitività dei lunghi brani sono ancora al proprio posto, la granulosità del sound è quella e l'ipnosi nera indotta funziona ancora, ma viene spontaneo interrogarsi circa l'utilità di un nuovo (l'ennesimo) progetto musicale così poco differente da quello principale.

"The Great Cold Steppe" resta comunque un ottimo album di nero metallo nella sua forma più ferale e incontaminata.