lunedì 3 aprile 2017

Church of Misery - And Then There Were None... (2016)

Giappone, USA | Rise Above Records

Nome storico dell'underground doom, i giapponesi Church of Misery hanno sempre sfornato dischi d'onestissima lentezza metallica e, senza mai stupire, hanno saputo ricavarsi una nicchia in cui continuare a "doomeggiare".

A un passo dallo scioglimento, il bassista Mikami prende le valigie e parte per l'America, assolda qualche nome famoso nel circolo sabbatico e dissotterra "And Then There Were None...", ennesimo onestissimo album che, per quanto derivativo, è riuscito a convincermi.

Chitarre catarrose, voce abrasiva, ritmiche pachidermiche e assoli di un blues che levati, per sette brani sfiziosi e burrosi che lasciano la voglia di riascoltare l'intero disco.

Non c'è innovazione e d'originalità è meglio non parlarne, ma se vi nutrite di Black Sabbath, stoner e accordi ciccioni dategli una possibilità.