martedì 14 febbraio 2017

Sky Army (1982)

Shoei | Arcade

Pubblicato dalla poco prolifica Shoei (da non confondere con l'omonima società giapponese produttrice di caschi per moto) nel 1982, Sky Army è uno shooter abbastanza originale uscito per il mercato arcade. Il giocatore dovrà affrontare tre fasi ben distinte: impedire al nemico di costruire un ponte, avanzare verso la propria base e permettere la costruzione del proprio ponte, tutto ripetuto all'infinito con un graduale aumento della difficoltà. A eccezione della fase intermedia, che presenta un piacevole scorrimento forzato dello stage con tanto di nemici di terra da massacrare, l'azione di gioco si svolge in un'unica schermata statica, ma tale minimalismo non intacca il ritmo serrato di tutte le manovre che vedranno protagonista il nostro elicottero di fiducia.

Il gameplay basilare azzera i tempi d'apprendimento, la varietà delle situazioni scongiura il rischio noia e un rudimentale concetto di chain combo, applicato all'abbattimento delle ondate nemiche, stuzzica l'appetito del cacciatore di punteggi. Cosa manca per un buon gioco? Niente.

Movimento a otto direzioni, due tasti di fuoco (frontale e bombardamento) ed è subito felicità.