sabato 21 gennaio 2017

Initial D: Street Stage (2006)

TOSE | PlayStation Portable

Non ho mai letto il manga di Shuichi Shigeno, né visto una puntata dell'anime ed è il primo gioco con il logo di Initial D che provo, quindi non posso considerarmi un sapiente conoscitore, ma sono un fervente credente del culto del "Racing Arcade" e questo Initial D: Street Stage offre emozionanti duelli contro un singolo avversario, mentre si affrontano circuiti cittadini in perenne derapata, bombardati da brani dance (la chiamano Eurobeat) che variano dal vergognosamente esaltante allo stupidamente eclatante, che il mio vecchio cuore è deflagrato per la troppa felicità.

Ho trascorso molto tempo nel menù iniziale con la seguente traccia in loop, sbatacchiando la capoccia ed esibendomi in un ballo malsano e umiliante:


Si gareggia alla grande (sbloccando cose belle per continuare a gareggiare), si sgomma di prepotenza (sempre) e si batte il piedino con cattiveria (senza alcun decoro). Cosa chiedere di più?

Ah, sempre quei vecchi volponi della TOSE ci sono dietro, e questo spiega moltissime cose.

"Paraparapapa Pa Paraparapapa Pa Paraparapapa Pa Pa!"