mercoledì 21 dicembre 2016

Cirith Ungol - Paradise Lost (1991)

Stati Uniti | Restless Records

Paradise Lost è stata l'ultima fatica della sfortunata formazione americana, tanto brava nello scrivere ottime canzoni quanto imbarazzanti nelle vendite degli album che le raccolgono. La band ricorda con amarezza la lavorazione di questo album ma, dopo attento ascolto, si può affermare che lo stress ha influenzato positivamente l'intero processo di composizione, vista l'eccellenza raggiunta. Fanculo le atmosfere dark dei lavori precedenti e largo alla melodia ad ampio respiro, al groove rock testosteronico, a linee vocali catchy e graffianti.

Qualche piccola tentazione radiofonica si poteva evitare ("Got It Alone" è insipida), ma al cospetto di pezzoni come "Join The Legion", "Fallen Idols" e della maestosa "Chaos Rising" (una lunga suite epica, villosa e maschia) non resta altro da fare se non lasciarsi andare al più imbarazzante dei falsetti, da novello alfiere del vero metallo imbottigliato nel traffico natalizio.

"Yeah come on, join the Legion!"