domenica 2 ottobre 2016

Primo Livello Reloaded #0003 - Fushigi no Oshiro Pit Pot (1985)

Master System, Master System, Master System! Terzo appuntamento con la meravigliosa console a otto bit di SEGA, questa volta con il SEGA Mark III, ultimo aggiornamento di una serie di console/home computer realizzate da SEGA, a partire dal 1983, e vendute solo nel mercato giapponese.

Ma andiamo a presentare...

Fushigi no Oshiro Pit Pot
1985 | SEGA | SEGA Mark III


Uscito in formato SEGA Card nel 1985, Fushigi no Oshiro Pit Pot giunse in Europa con il nome di Pit Pot, in una cartuccia per Master System che conteneva pure il divertente Astro Warrior. La possibilità di modificare i livelli rimase esclusiva della versione giapponese, ma l'affascinante cripticità del titolo non ha subito stravolgimenti. Il gioco è un puzzle action "enigmistico", da risolvere martellata dopo martellata... 

Buona visione!

BarbaPlay: Fushigi no Oshiro Pit Pot - Pratice Level


Mentre ci accingiamo verso l'ingresso del tetro castello, la Strega lascia cadere il Martello Magico, unica difesa contro gli orrori che ci attendono e chiave risolutiva degli enigmi che la perfida megera ha architettato per sconfiggerci. La Principessa è all'interno di quelle putride mura e nulla potrà ostacolarci. Ci battiamo con ardore contro le mostruosità che osano intralciare il nostro cammino, ma combattere questa orda infinita non ci condurrà al cospetto della casta pulzella reale. Molti cavalieri prima di noi non hanno fatto ritorno, ma la leggenda narra di una maledizione che può essere spezzata solo porgendo i Tre Manufatti ai piedi della prigioniera. Non senza dolore riusciamo a trovare i primi due, ma quello mancante richiede intuizione e un pizzico di speranza. Con un colpo poderoso lasciamo precipitare nelle tenebre una sezione di pavimento ed eccolo lì, l'Anello, il manufatto finale che dissolverà il potere malefico della Strega. La Principessa è stesa sulla fredda roccia, immobile. Lentamente ci avviciniamo e posiamo, in silenzio, gli oggetti magici raccolti con tanto sacrificio. Il tempo si ferma. Lei è in piedi di fronte a noi, sorridente. Possiamo togliere l'elmo logoro e lasciare che quel bacio suggelli la nascita di un nuovo amore.

Dovrete provare e riprovare, ma Fushigi no Oshiro Pit Pot è originale quanto basta per affascinare i più pazienti. Ah, preparate santini e acqua santa, perché i livelli di difficoltà superiori presentano stanze, enigmi e nemici ben più stronzi.

Vai di trial and error!