giovedì 6 ottobre 2016

FAST Racing NEO (2015)

Shin'en Multimedia | Wii U

Prima di scrivere la mia opinione su FAST Racing NEO ho una premessa obbligatoria da fare: F-Zero GX è il mio gioco della vita, quello che porterei con me nella famosissima "isola deserta", un rituale di ripetizione annuale a cui non posso rinunciare, la donna amata che riconosco al buio semplicemente sfiorandone le curve, il capolavoro che consiglio a chiunque, videogiocatore o semplice curioso. L'annuncio del racing game futuristico di Shin'en Multimedia ha generato, nel sottoscritto, aspettative forse troppo alte, conducendomi a un primo incontro, per alcuni versi, deludente e troppo severo.

Ho lasciato scemare il maledetto hype e, forte di rinnovata lucidità, ho immerso polpastrelli e sinapsi nella velocità supersonica di FAST Racing NEO, masticando la ciccia ludica del prodotto un boccone alla volta, senza fretta e senza preconcetti. Il gioco offre un discreto numero di tracciati, suddivisi in coppe, da affrontare con un buon parco veicoli, sbloccabili nel normale avanzamento della partita e ben differenziati nei tre, classici, parametri base: velocità massima, accelerazione e peso. Una volta scesi in pista si può godere di una sensazione di velocità veramente notevole (a sessanta fottutissimi fotogrammi al secondo), accentuata da un blur che tanta goduria regala alle pupille quanto fastidio alla leggibilità complessiva dell’azione a schermo.

E parlando d'azione non si può non soffermarsi un momento sul track design, cardine centrale, insieme al sistema di controllo, su cui ruotano i delicati meccanismi alla base di un buon racing game arcade. L'ampiezza delle piste è presto giustificata dalla manovrabilità "impacciata" delle vetture, afflitte da problemi di scivolamento che non permettono un controllo certosino e puntuale delle traiettorie, riducendo notevolmente il fattore umano in favore di quello casuale (che fa rima con male non a caso). Anche l'effetto elastico è gestito un po' alla cazzo, con gare pessime che portano dritte al podio e prestazioni quasi perfette dove l'intelligenza artificiale ha una propulsione divina e inarrestabile, scorretta e pure stronza.

Ma tutti questi difetti non affossano completamente il lavoro svolto dai ragazzi della Shin'en Multimedia, perché FAST Racing NEO è nettare raro sempre più difficile da trovare nel mercato moderno, severo ma appagante, ricco di contenuti per il prezzo budget a cui viene venduto (e a fine mese arriva pure la versione fisica, comprensiva del DLC rilasciato in questi giorni) e con una componente online che, seppur non troppo popolata, non soffre di particolari deficienze del netcode (tanto lo sappiamo che bastano le classifiche a tempo per appagare i più competitivi).

Certo, se cercate la precisione chirurgica del sistema di controllo di sua maestà F-Zero GX, il geniale delirio creativo dei tracciati partoriti da Amusement Vision, lo splendore tamarro della grafica, la sobrietà intellettuale (LOL) delle tracce musicali, l'esaltazione data dalla voce sensuale dello speaker (troverete lo stesso doppiatore anche in questo gioco) dovrete ridimensionare le vostre aspettative e godervi in serenità un videogioco derivativo ma molto divertente, cosa da non dare mai per scontata.

Adesso voglio un nuovo F-Zero. Su NX. E poi, semplicemente, turbo.