lunedì 5 settembre 2016

Sfogliando Videogiochi #02 - Game Power N.46 (1996)

Secondo (lunghissimo!!!) appuntamento con Sfogliando Videogiochi, rubrica dedicata al ripescaggio nostalgico di numeri casuali di varie riviste di videogiochi, accumulate durante lunghi anni d'acquisto compulsivo.
Buona lettura.

Nota importante:
I diritti su immagini ed estratti testuali appartengono ai rispettivi proprietari. Vengono riportate sul blog a solo scopo divulgativo e d'intrattenimento.

Game Power.
N.46 - Gennaio 1996 - Studio VIT - 6000 Lire

Tutti i lettori più anzianotti (barzotti) ricorderanno l'amichevole rivalità tra Game Power e Consolemania. Bene, seppur simpatizzante per l'armata Xenia, non disdegnavo la pubblicazione dello Studio VIT. Numero bello massiccio, pieno di recensioni per svariati sistemi.


Articoli interessanti:

Il rombo della moto SEGA di Nicolasan.
Intervista alla gente di AM3, responsabili del progetto ManxTT, arcade motociclistico made in SEGA.

Ultra certezze di Trust e Nicolasan.
Speciale dedicato al Nintendo 64.

Una console senza fissa dimora di Pentothal.
Prova su strada del Nomad di SEGA, il Megadrive "portatile".


Recensioni:

SEGA Rally (Saturn) di Orwell 2000.
"Con SEGA Rally sono state mantenute tutte le promesse fatte: se la conoscenza della piattaforma è ancora ai primi stadi e già si sfornano titoli di questo calibro, allora ne vedremo veramente delle belle."
Globale: 94/100


Ridge Racer Revolution (PlayStation) di Orwell 2000.

"Se avete avuto modo di apprezzare il tipo di giocabilità e lo spirito di Ridge Racer, sicuramente non rimarrete delusi dal suo seguito ufficiale"
Globale: 95/100

Toh Shin Den (Saturn) di Orwell 2000
"Il vero difetto risiede però nella giocabilità, minata da un controllo "legnoso" e dalla lentezza dei movimenti dei lottatori, compromettendo notevolmente quello che originariamente era l'aspetto più piacevole di questo prodotto."
Globale: 81/100

Virtua Cop (Saturn) di Random.
"Bello, comunque, ma adatto solamente agli sfegatati del genere e del coin-op originale."
Globale: 88/100

X-Men (Saturn) di Air.
"Ci troviamo di fronte a una conversione praticamente perfetta del coin-op originale che senza dubbio non lascerà l'amaro in bocca a tutti gli appassionati."
Globale: 91/100


Dragon Ball Z (Saturn) di Krull.

"Alla Bandai manca, forse, quel pizzico  di personalità o volontà di rinnovare stili di gioco scialbi, privi di quella genialità e/o attrattiva che contraddistingue i capolavori, o quantomeno i titoli divertenti..."
Globale: 73/100


Donkey Kong Country 2: Diddy's Kong Quest (Super Nintendo) di Krull.

"Si tratta, comunque, di un titolo intrigante, dotato di sprazzi di originalità e un ottimo spessore di gioco, rifinito da un look da "next generation", con una sorpresa finale per i fans più sfegatati della Nintendo."
Globale: 93/100

Assault Rigs (PlayStation) di Air.
"Se spesso ci siamo lamentati che la cura per la realizzazione tecnica di un gioco era stata eccessiva a scapito della giocabilità, questa volta è avvenuto praticamente il contrario."
Globale: 60/100

Viewpoint (PlayStation) di Air.
"Se eravate dei fanatici dell'originale vi sconsiglio di giocarci, se invece non lo avete mai visto potrebbe rivelarsi una scelta interessante, a patto che abbiate la pazienza di abituarvi ai rallentamenti senza lanciare il joypad ogni volta che morite."
Globale: 77/100

Doom (PlayStation) di Trust.
"[...] se vuoi giocare a uno dei più bei giochi degli ultimi anni, dimenticati della versione PC e delle potenzialità della tua console e beccati quello che c'è. A voi la scelta."
Globale: 84/100

Krazy Ivan (PlayStation) di Air.
"L'idea di affrontare i mech nemici in "arene" con scontri all'ultimo sangue può sembrare un po' limitativa, ma alla lunga sembra funzionare proprio bene [...]"
Globale: 89/100

 Zoop (Super Nintendo) di Krull.
"Zoop rappresenta, come ogni prodotto della sua categoria, un gioco privo di attrattive "tecnologiche" che mira esclusivamente alla sostanza, regalandoci ore e ore di divertimento."
Globale: 85/100

Izzy's Quest For The Olimpic Rings (Mega Drive) di Prince.
"Izzy's Quest for the olimpic rings è un classico platform con centinaia di bonus da collezionare, mostriciattoli da schiacciare per giungere alla meta e partecipare al BIG EVENT: le Olimpiadi."
Globale: 83/100

Virtua Fighters 2 (Saturn) di Orwell 2000.
"Con quest'ultimo episodio della saga, AM2 ha dimostrato di essere riuscita in un'impresa dove altri avrebbero fallito, cioè nel difficile tentativo di programmare una conversione fra due hardware così differenti, e allo stesso tempo smentire ogni precedente critica."
Globale: 97/100

Tintin in Tibet (Super Nintendo) di Dupant.
"Ahimé il gioco non è all'altezza del protagonista [...]"
Globale: 71/100

NBA Live '96 (Super Nintendo) di Pentothal.
"[...] compratelo se non avete nessun episodio della serie; altrimenti pensateci bene, a meno che non siate dei fanatici del genere."
Globale: 84/100

PGA Tour '96 (PlayStation) di Prince.
"Un altro buon titolo sportivo firmato Electronic Arts [...]"
Globale: 81/100

Rayman (Saturn) di Orwell 2000.
"[...] fa poi di Rayman un titolo appetibile sia per chi vuole un po' di spensierato divertimento, sia per chi cerca della sana, coinvolgente sfida."
Globale: 95/100

Theme Park (PlayStation) di Orwell 2000.
"L'unico vero dubbio che si possa accreditare a un titolo di questo calibro, risiede nella longevità che una simulazione del genere riesce a mantenere anche dopo la sperimentazione di tutte le varianti disponibili [...]"
Globale: 83/100

Civilization (Super Nintendo) di Paddy.
"Il gioco è un perfetto miscuglio di strategia militare, elementi esplorativi, abilità politica, genialità commerciale, scienza."
Globale: 90/100

FIFA Soccer '96 (PlayStation) di Orwell 2000.
"[...] la scarsa e frettolosa programmazione di questa conversione, la scattosità e la lentezza delle zaioni di gioco, il tremolio delle telecamere e la grafica poco definita, portano il risultato globale ai primordi e lo rendono uno dei titoli meno appetibili per i cultori di questo genere videoludico."
Globale: 81/100

Defender & Joust (Game Boy) di Pentothal.
"Ma al di là di ogni slancio emotivo, bisogna razionalmente riconoscere che la grande immediatezza di gioco (prerogativa dei coin-op di quegli anni) e la semplicità dei concept, sono particolarmente adatte a questa console."
Globale: 88/100

Striker '96 (PlayStation) di Pentothal.
"Un gioco immediato e veloce, che fa della giocabilità la sua arma vincete."
Globale: 82/100

Namco Museum Vol.1 (PlayStation) di Pentothal.
"Bene, regalatevi il sottile piacere di inanellare una serie infinita di "insert coin-2, come avete sempre sognato di fare quando compariva l'inappellabile "Game Over", dopo che anche l'ultima 100 lire se n'era andata giù per la fessura e d eravate arrivati a un soffio dal nuovo record della sala."
Globale: 90/100

Killing Time (3DO) di Pentothal.
"Quel che colpisce immediatamente di KT è l'ambientazione: i personaggi sembrano usciti da un racconto di Fitzgerald, mentre alcuni interni ricordano la rappresentazione cinematografica che Stanley Kubrick diede del celebre Overlook Hotel di "Shining" di Stephen King."
Globale: 72/100